martedì 11 febbraio 2020

Webinar: Sensori in cavità - Simulazione e Realtà


Webinar: 

Sensori di Pressione in cavità: Simulazione VS Realtà
2020 – Marzo, 06, ore 10:00

Per definire dove posizionare uno o più sensori di Pressione Kistler in cavità, è fondamentale una simulazione di riempimento con Moldex3d.
Potendo prevedere le possibili criticità di riempimento e compattazione in fase di progettazione stampo, sarà più semplice monitorare la curva di Pressione in quella zona e controllare il difetto durante l’avvio di produzione.



Vi guideremo nell’impostazione dei sensori virtuali in Moldex3d, e lettura dei risultati di Pressione e Temperatura.
Andremo quindi a correlarli con la curva di Pressione misurata in cavità con i sensori Kistler per un’interpretazione completa dei principali difetti dello Stampaggio ad Iniezione.

Relatori:   ing. Stefano Canali (Moldex3D) & Michele Segato (Kistler)
Co-host:  
Il Webinar verrà tenuto in Italiano 


Per registrarTi, Clicca qui!


università di Salerno

Predizione della massima lunghezza del flusso in una parte a spessori sottili in un processo di stampaggio ad iniezione

Sara Liparoti*, Vito Speranza, Annarita De Meo, Felice De Santis, Roberto Pantani - Università di Salerno

In un processo di stampaggio ad iniezione per una parte da realizzare in plastica, uno dei problemi più significativi, quando si ha a che fare con modelli piccoli e con pareti sottili, è ottenere un corretto riempimento (es. nel caso di micro-iniezione).
Fondamentale è la determinazione delle condizioni di pressione, della temperatura dello stampo e del fronte fuso, quando devo settare i parametri per riempire completamente la cavità.
Ovviamente, i moderni metodi computazionali consentono la simulazione del processo di stampaggio ad iniezione per qualsiasi materiale e qualsiasi geometria della cavità.
Tuttavia, questa simulazione richiede una corretta e completa caratterizzazione del materiale per ciò che riguarda i parametri reologici e termici, e anche un adatto criterio per la solidificazione.
Questi parametri non lo sono sempre facilmente recuperabili e settabili.
Definire e fissare un test semplice finalizzato all'ottenimento dei parametri richiesti è una condizione assolutamente necessaria per ottenere un risultato affidabile. 

Il cosiddetto test del flusso a spirale, che consiste nella misurazione della lunghezza raggiunta da un polimero in una lunga cavità in diverse diversa condizioni di stampaggio, è un metodo accettato.
In questo lavoro, con riferimento ad un polipropilene isotattico, alcuni test di flusso a spirale ottenuti con diverse temperature dello stampo e diverse pressioni di iniezione vengono analizzate con un doppio
obiettivo: da un lato, ottenere da alcuni semplici test i corretti parametri reologici di base del materiale; dall'altro lato, suggerire un metodo per una rapida previsione della lunghezza finale del flusso.
clicca sotto per scaricare l'intero articolo pubblicato (PDF file)
www.moldex3d.it/upload/content/1020202101653353.pdf